Made for Change, economia circolare per la moda
Come cambiano gli scenari del settore del fashion tra sostenibilità e innovazione

Made for Change ha dato il nome a un evento partecipato e di successo, ma rappresenta prima di tutto un progetto ambizioso e ben più ampio incentrato sulla sostenibilità e sull’economia circolare nel mondo del fashion.

Abbiamo voluto organizzare una giornata per raccontare come la nostra azienda, insieme ai propri partner, si sta evolvendo nella direzione della sostenibilità, attraverso investimenti in formazione, ricerca e tecnologie che si ritrovano nel loro insieme nel progetto Made For Change.

Questa iniziativa nasce dall’esatta volontà di offrire spunti generali, che siano d’interesse per tutte le imprese che operano lungo la filiera. Per questo motivo abbiamo voluto che ad intervenire fossero varie figure, dal docente universitario, ai collaboratori Valmet ai referenti delle società di certificazione specializzate proprio in materia di ambiente e sostenibilità. Persone che, con i loro diversi ruoli, sono direttamente coinvolti in quel percorso in cui crediamo profondamente.

Made For Change è stata anche l’occasione per festeggiare il trentesimo anniversario di Valmet, un traguardo prestigioso che corona anni di lavoro e impegno costante spesi nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni e prodotti innovativi, ma anche in aggiornamento e avanguardia per potersi porre nel mercato anche come consulenti e partner affidabili e competenti.

Quello che ci eravamo ripromessi di raggiungere con questa iniziativa era da un parte cercare, nel nostro piccolo, di contribuire a delineare meglio i tratti di quel mercato in cui ci troviamo, soprattutto dal punto di vista di circolarità e sostenibilità, focalizzandosi su due aspetti fondamentali per lo sviluppo del business negli anni avvenire. Un impegno che Valmet ha deciso di prendersi nell’ottica di un generale miglioramento che parte dal nostro lavoro, ma riguarda l’ambiente e in senso più ampio il mondo in cui viviamo.

Valmet e Fair ringraziano per la collaborazione:
Accademia Italiana Firenze, Comune di Calenzano, Enel x srl. Franz Haas srl, Hanzo srl, Studio Fotografico G.R. di Gabriele Righi, The Best Organization srl, Università di Firenze, Valerio catering srl

Valmet e Fair ringraziano le seguenti case di moda:

  • Balenciaga
  • Retail Italia srl
  • Dsquared2 spa
  • Fendi srl
  • Guccio Gucci spa
  • Salvatore Ferragamo spa
  • Unoaerre Industries spa

Valmet e Fair ringraziano le seguenti aziende:
Acme srl, Ascot srl, BB spa, Bedin srl, Biochemie lab srl, C.d.c. srl, Caurum srl, Chimet spa, Dmc srl, Eco-tech finish srl, Eliogalvanica srl, Eurofin srl, Fulvio Casamonti srl, Galvalux srl, Galvamet srl, Galvanova srl, Griba srl, Italfibbia srl, La fonte eu srl, Landi srl, Lem srl, Metal innovation srl, Metalplus srl, Mi.met. srl, Oroplac srl, P.a.m. srl, Piero Nutini snc, Riri sa, Studio associato Battisti & Bellini, T.C. Taddei e Calcinai srl, 2m decori spa, 2m gold srl

Leggi altri post su Made for Change